martedì , 23 Aprile 2024

Memorie

Terracotta materia dell’anima

Terracotta, materia dell’anima, come suggerisce Michele Clima, in perfetta sintonia con quanto io stesso ho finora scritto su queste pagine. Terracotta, materia dell’anima: è un titolo suggeritomi da Michele Clima, il foggiano dall’animo napoletano, che nella sua città fa un presepe che mantiene viva non solo la bellissima tradizione presepiale, …

Continua a leggere »

Mendicanti, voci dal Purgatorio

Mendicanti, voci dal Purgatorio: perché a Napoli, i mendicanti rappresentano le anime purganti che si aggirano tra noi, a richiedere l’obolo dell’umana solidarietà, obolo che è elemosina e preghiera. Perché questo articolo, sui mendicanti, voci dal Purgatorio? Devo partire da lontano. Secondo uno storico dell’Ottocento, Fustel de Coulanges, la nostra …

Continua a leggere »

La mia via al presepe

La mia via al presepe è l’argomento del centesimo degli articoli che pubblico su queste pagine, ormai da tre anni, in concomitanza della ripubblicazione del mio vecchio libro In Limine. Mi accade, talvolta, nel mio vagabondare per le strade, le piazze, i vicoli di Napoli, di prendere l’erta salita di …

Continua a leggere »

Ciabattino alla Sanità. Apparizione del Volto

Il ciabattino, in napoletano “solachianiello”, è uno dei mestieri che possono considerarsi scomparsi. Ad uno di questi umili lavoratori, nel quartiere Sanità, è legato un bellissimo ricordo: l’apparizione del Volto, secondo la definizione di un filosofo contemporaneo. Perché “fare il presepe”? Tra i tanti motivi, che già ti ho presentato …

Continua a leggere »

Zampognari e poesia a Napoli

zampognari

Le melodie degli zampognari e la poesia di Dante, nella novena dell’Immacolata, ci ricordano che la vita è un cammino verso una meta, mentre prepariamo il cammino del presepe.  Il ventinove del mese di novembre era sempre stato un giorno speciale per Napoli e i Napoletani, risvegliati al mattino presto …

Continua a leggere »

Modellare la creta tra aspirazione e rinuncia

La creta è un materiale molto bello, nella sua povertà, poiché lo si raccoglie senza molta fatica sulle rive dei torrenti e dei fiumi. Inoltre, a chi la modella dà la meravigliosa sensazione di creare a somiglianza di Dio. I bambini modellano con grande piacere. Purtroppo si smette in età …

Continua a leggere »